Messapi.info

www.messapi.info di Beniamino Piemontese messapi.info@gmail.com


 

 

 

 

Home Prima pagina Barocco per Duo Càlena Destino Sveva Torre di Belloluogo Parco di Belloluogo La strada di casa Appelli Lettere Archivio

 

18 ottobre 2016

APPELLO-DENUNCIA

S.O.S. TORRE DI BELLOLUOGO

A Lecce, la Torre di Belloluogo non ha pace... e nemmeno io!!!

 

di Beniamino Piemontese

(socio fondatore dell'Osservatorio Torre di Belloluogo)

 

La Torre di Belloluogo a Lecce

 

APPELLO-DENUNCIA

S.O.S. TORRE DI BELLOLUOGO

A Lecce, la Torre di Belloluogo non ha pace... e nemmeno io!!!

 

di Beniamino PIEMONTESE

(socio fondatore dell'Osservatorio Torre di Belloluogo)

 

La Torre di Belloluogo non ha pace... e nemmeno io!!!

Da pochissimi mesi il Comune di Lecce ha affidato ad una società privata  (anzi, esattamente, ad una a.t.i. associazione temporanea di imprese) l'intero complesso monumentale della Torre di Belloluogo, di proprietà pubblica comunale, comprendente oltre allo splendido monumento trecentesco più importante della città, e persino dell'intero Salento, qual è la Torre di Belloluogo, appunto, anche gli altri edifici storici che costituiscono le sue pertinenze, come anche il grande Parco di Belloluogo che si stende intorno alla stessa Torre per circa 12 ettari (almeno questa è l'area verde complessiva di proprietà del Comune di Lecce).

Nel mio sopralluogo effettuato nella serata di ieri, lunedì 17 ottobre 2016, ho avuto la disgrazia di trovarmi di fronte ad un gravissimo scempio compiuto da ignoti (???), da vandali sciagurati ed irresponsabili (oltre che ignoranti) che hanno riversato nel fossato circostante la Torre di Belloluogo una enorme quantità di materiali di ogni sorta, tonnellate e tonnellate di rifiuti (pietre, mattoni, terra, alberi e rami secchi, cancellate di ferro e tanto altro ancora...), materiali provenienti da chissà dove, forse persino dall'area del Parco attorno alla Torre, trasformando in una fetida ed immonda DISCARICA il suggestivo ed imponente fossato che dall'epoca della fondazione della Torre di Belloluogo, quindi da circa 7 secoli, è sempre stato pieno delle acque sorgive di una prodigiosa falda acquifera che contribuisce, e non di poco, a rendere ancora più affascinante, suggestiva ed unica la bellezza di questa Torre e del suo complesso monumentale.

Non servono altre parole per esprimere il mio disgusto e la mia rabbia per questa situazione allucinante, incredibile a vedersi ed anche a dirsi, tant'è orribile.

Le dieci fotografie che fanno seguito a queste mie parole (e che allego al mio APPELLO-DENUNCIA) sono la documentazione inoppugnabile di quanto dico e che valgono più di ogni altra cosa a rappresentare lo scempio compiuto presso la Torre di Belloluogo, sono state da me scattate ieri sera nel corso del mio allucinante sopralluogo.

Queste immagini fotografiche costituiscono una parte integrante del mio presente ed accorato appello-denuncia.

Contro gli ignoti (fino a questo momento) responsabili di tanto scempio va la mia più ferma netta e sdegnata condanna per questo gesto di inaudita gravità.

A tutte le autorità competenti, ed in primo luogo al Sig. Sindaco di Lecce che rappresenta il Comune di Lecce che è il proprietario del bene pubblico monumentale artistico, storico e culturale della Torre di Belloluogo, rivolgo il mio pressante ed urgente appello perché venga fermato immediatamente questo scempio e possano essere nel più breve tempo possibile, individuati e puniti i responsabili.

Beniamino Piemontese

(socio fondatore dell'Osservatorio Torre di Belloluogo)

Lecce, 18 ottobre 2016

 

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

Torre di Belloluogo  - Lecce, 17 ottobre 2016

Foto di Beniamino Piemontese

 

 

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

Torre di Belloluogo (17 ottobre 2016)

Foto di Beniamino Piemontese

LECCE

www.messapi.info

 

NOTA

Ringrazio la Presidente dell'Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo, Prof.ssa Carla De Nunzio,

per aver voluto condividere il mio appello-denuncia e pubblicarlo integralmente sul sito dell'associazione:

www.torredibelloluogo.com

 

 

.........................

15 maggio 2016

Compianto per Giulio Regeni

 

TORRE DI BELLOLUOGO

Lecce

COMPIANTO PER GIULIO REGENI - Torre di Belloluogo - Lecce, 15 maggio 2016

 

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

Iniziativa culturale e umanitaria

COMPIANTO PER GIULIO REGENI

 

CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI LECCE

 

LECCE - Torre di Belloluogo

Domenica 15 maggio 2016 (dalle ore 18 alle 19)



Il poeta Maurizio Nocera legge il suo

"Compianto per Giulio Regeni"

(versi tratti da: M. Nocera, Compianto, Tallone Editore)



Accompagnamento alla tromba: Beniamino Piemontese



LECCE - Parco pubblico comunale della Torre di Belloluogo

Ingresso: cancello posto in Via vecchia Surbo (parallela di Via Taranto)
 

 

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

 

 

.........................

8 maggio 2016

Dedicato a Rita

IN RICORDO DELLA PROF.SSA RITA DE MATTEIS

 Pro.ssa RITA DE MATTEIS

Prof.ssa Rita De Matteis

Docente, Studiosa e Referente culturale dell'Associazione

"Speleo Trekking Salento"

www.trekkingsalento.com

 

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

 

ACAYA

Domenica 8 maggio 2016, alle ore 10

 

Con il suono della tromba

in ricordo della cara e dolce Prof.ssa Rita De Matteis, 

Beniamino Piemontese intonerà una "Romanza" a Lei dedicata

prima che inizi il percorso escursionistico ad Acaya già preannunciato dall'Associazione SpeleoTrekkingSalento

 

SPELEO TREKKING SALENTO

domenica 8 maggio "Acaya"

La mitica figura del prestigioso architetto militare Giangiacomo dell’Acaya tornerà a rivivere nel racconto delle sue geniali idee  risultate rivoluzionarie rispetto ai tradizionali sistemi difensivi in uso. La Punta lanceolata, le cortine rientrate, il tiro radente e l’utopia della città ideale cambiarono Il borgo di Segine  che così, mutò, in suo onore, anche il nome con quello di “Acaya”.

Condurrà Riccardo Rella

Appuntamento alle ore 10:00 presso il Bar “il Castello”  in piazza Castello – ACAYA (Vernole) LE

http://www.trekkingsalento.com/calendario-escursionistico/

 

ADESIONI

Un'iniziativa molto toccante, caro Beniamino,  per ricordare la prof.ssa Rita De Matteis, una persona sicuramente molto speciale, come tutti i tuoi amici.

La mia associazione sarà presente idealmente con voi tutti, ad Acaya, domenica mattina. 

Un abbraccio.

Teresa M. Rauzino

Presidente del Centro Studi Martella di Peschici (FG)

....

Cara sfortunata Rita De Matteis!!!

Di noi resta quel che abbiamo fatto, nel bene e nel male.

Che riposi in pace. Amen.

Costantino Piemontese

Socio fondatore dell'Osservatorio Torre di Belloluogo

 

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

 

30 aprile 2016

LUTTO DI AMICIZIA

Per la prematura scomparsa della cara Prof.ssa Rita De Matteis

 

Condoglianze al Presidente di Speleo Trekking Salento, Sig. Riccardo Rella, compagno di vita della compianta Prof.ssa Rita De Matteis

Caro Presidente Riccardo,
non doveva arrivare mai un giorno così triste per te!
Ma sappi che Rita è con te!
Ti siamo vicini spiritualmente e ricordiamo con tanto affetto la tua cara e dolce Rita.
Rita continua ad amarti dal cielo e ti guida come sempre nei vostri trekking.
Le vogliamo tanto bene e ti vogliamo tanto bene.
Ti abbraccio
Vi abbraccio

beniamino

....

CONDOGLIANZE

Esprimo il cordoglio mio e dell'intera Associazione Osservatorio Torre di Belloluogo per la prematura incommensurabile perdita della cara Amica e Collega Prof.ssa Rita De Matteis.

Al suo affezionatissimo compagno di vita, Sig. Riccardo Rella, ed all'Associazione Speleo Trekking Salento, di cui Ella è stata insigne esponente, le nostre più sentite condoglianze.

Carla De Nunzio

presidente dell'Ass. Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo - www.torredibelloluogo.com

....

Gentilissimi
sono addolorata per la perdita della professoressa De Matteis  di cui conoscevo l’impegno e l’attenzione ai temi culturali della nostra terra.
    Confido che le persone a lei vicine trovino conforto nella fede e nel suo ricordo.
A voi un abbraccio

Giuliana Napoli

Capo della segreteria del Sindaco di Lecce

 

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

 

..................

 

25 aprile 2016

COMUNE DI FORLÌ

Concorso letterario

Sezione "Dovere della Memoria"

 

Vincitrice:

Maria Luisa Piemontese

COMUNE DI FORLÌ - 25 aprile 2016 "Dovere della Memoria" - Vincitrice: Maria Luisa Piemontese

"Dovere della Memoria"

Nella foto: la premiazione della studentessa universitaria Maria Luisa Piemontese (di profilo).

Con la fascia tricolore, si riconosce, sulla destra, il Sindaco di Forlì, Dott. Davide Drei

 

....

LETTERA AL SIG. SINDACO DI FORLÌ

RINGRAZIAMENTI

per l'avvenuta selezione degli elaborati "Dovere della Memoria" Anniversario della Liberazione – 25 aprile 2016

 

All'Ill.mo Signor Sindaco di Forlì Dott. Davide Drei

Municipio - Piazza Saffi 8 - 47121 Forlì - mail: sindaco@comune.forli.fc.it

 

E a:

Ill.mi Sigg. Componenti della Commissione Giudicatrice dei Concorsi dedicati al 25 aprile 2016

Ill.mi Sigg. Assessori della Giunta Comunale di Forlì

Ill.mo Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Forlì

Ill.mi Sigg. Consiglieri Comunali di Forlì

 

Mittente:

Sig. Beniamino Piemontese, padre della studentessa universitaria Maria Luisa Piemontese, autrice dell'elaborato che figura tra quelli premiati con n. 1 borsa di studio per la sezione Dovere della Memoria

 

Oggetto:

RINGRAZIAMENTI per l'avvenuta selezione degli elaborati "Dovere della Memoria" Anniversario della Liberazione – 25 aprile 2016

 

Ill.mo Signor Sindaco di Forlì Dott. Davide Drei,

sono il padre della studentessa universitaria Maria Luisa Piemontese, selezionata quale vincitrice della borsa di studio nella sezione “Dovere della Memoria” con il suo elaborato sulla storia dell'eroina partigiana forlivese.

Con questa mia lettera desidero porgere a Lei, alla Commissione Giudicatrice, all'Amministrazione Comunale, a tutti i Consiglieri Comunali e a tutta la Cittadinanza di Forlì i più sentiti ringraziamenti miei, di mia moglie prof.ssa Carla De Nunzio, e dei nostri familiari, parenti ed amici, per aver ritenuto di premiare il lavoro svolto dalla nostra cara e diletta Maria Luisa, figlia meravigliosa e animo sensibilissimo, studentessa della facoltà di interpretariato e mediazione linguistica presso la locale Università, precocissima intelligenza votata sin dai primi anni della sua giovane vita a farsi narratrice e interprete delle storie delle persone e delle civiltà dei popoli, attraverso uno studio profondo di testi letterari e narrativi di autori italiani e stranieri.

Sento il dovere di porgere le scuse mie e di tutta la mia famiglia per la nostra assenza e per la nostra mancanza dalla partecipazione alla cerimonia di premiazione che si sta svolgendo pubblicamente in questo preciso momento in Piazza Saffi.

Solo le gravi condizioni di salute di mia moglie hanno fermato ed impedito la presenza dell'affezionatissima Mamma di Maria Luisa accanto alla figlia preziosissima in questo momento di gioia sublime.

Per tale motivo neanche io sono presente, pur essendo un grande sostenitore di mia figlia e l'appassionato fotografo dei suoi momenti più belli e significativi.

Non trovando le parole giuste e più appropriate per ringraziare tutta la Città di Forlì e rivolgere i più grandi ringraziamenti a tutti Voi, ed per abbracciare i familiari e i discendenti della Vostra giovane eroina forlivese Martire Partigiana che dando il suo sangue ha offerto la Vita e la Libertà a Forlì e all'Italia tutta, ho deciso che sia meglio far seguire le parole di alcuni dei messaggi di felicitazioni indirizzati a noi genitori di Maria Luisa da amici, conoscenti e parenti.

Le loro parole sono ora le nostre di ringraziamento tutte per Voi di Forlì!!!!

Con un sentito e grato abbraccio di cuore alla Città di Forlì e ai Forlivesi.

Beniamino Piemontese (padre di Maria Luisa), a nome anche di mia moglie Carla De Nunzio e di tutti i familiari

Lecce, 25 aprile 20016

...

MESSAGGI DI FELICITAZIONI

 

Messaggio di S. E. Mons. Domenico Umberto d'Ambrosio – Arcivescovo Metropolita di Lecce

Alla vostra Maria Luisa e a voi genitori il mio augurio per il brillante risultato raggiunto come vincitrice del concorso letterario.

Il Signore continui ad accompagnare il suo cammino.

Con un cordiale saluto

+Domenico d'Ambrosio

--------------------------

Messaggio della Dott.ssa Giuliana Napoli - Capo della Segreteria del Sindaco di Lecce

Gentilissimi

mi congratulo con Maria Luisa per il premio conseguito che dimostra la sua sensibilità e preparazione, frutto anche della dedizione dei genitori.

Mi auguro che sia il primo di una lunga serie di riconoscimenti che la sproneranno a far sempre meglio .

A voi tutti i più cordiali saluti

Giuliana Napoli

--------------------------

Messaggio del Prof. Maurizio Nocera - Poeta, Scrittore, Docente di Lingua e Letteratura Italiana nelle scuole superiori Segretario Sezione ANPI di Lecce

Caro Ben, complimenti vivissimi a Maria Luisa.Non vedo l'ora di leggere il suo testo. Grazie e ciao.

Maurizio

--------------------------

Messaggio dell'Avv. Daniele De Donno - Maglie (Le) - Avvocato del Foro di Lecce

Carissimo Beniamino,

formulo a te e Carla le mie più vive e sentite felicitazioni, pregandoti di estenderle a tua figlia Maria Luisa.

Un caro abbraccio,

Daniele


--------------------------

Messaggio del M° Costantino Piemontese - Zio di Maria Luisa, Artista e Scrittore

Bellissima notizia! Le mie felicitazioni alla promettente Autrice, ai suoi genitori al fratello alla nonna!!!

Che si esprima in italiano o in inglese, Maria Luisa sa come far scaturire una storia avvincente dalle sue parole!!!

Evviva Maria Luisa, posso immaginare quanto sia contenta sua madre in particolare: evviva evviva!!!!!!!!!!!

zio Costa

--------------------------

Messaggio dei Proff. Giorgio De Nunzio e Maria Grazia Maritati – Zii di Maria Luisa, Docenti universitari

--------------------------

Messaggio della Prof.ssa Ada Donno - Giornalista e Scrittrice, Docente di Lingua e Letteratura Italiana nelle scuole superiori

Congratulazioni a Maria Luisa e felicitazioni a mamma e papà!!!
Ada

--------------------------

Messaggio del Prof. Francesco Lucrezi - Docente Universitario, Scrittore e Artista

Complimenti vivissimi! Degna figlia di cotanti genitori. Spero di potermi presto congratulare di persona con la valorosa ricercatrice.
Un forte abbraccio,
Francesco

--------------------------

Messaggio della Prof.ssa Silvia Godelli - Docente universitaria, già Assessore alla Cultura della Regione Puglia

Felicitazioni vivissime a sua figlia e in bocca al lupo per il futuro!
Un caro saluto
Silvia Godelli

--------------------------

Messaggio della Prof.ssa Teresa Maria Rauzino – Giornalista e Scrittrice, Docente di Lingua e Letteratura Italiana nelle scuole superiori, Presidente del Centro Studi “G. Martella” di Peschici (FG)

Complimenti a Maria Luisa!

E a voi che l'avete educata ai valori della Resistenza!

Teresa

--------------------------

Messaggio dell'Arch. Giovanni Barrella - Titolare della Libreria Il tempio di Arcadia – San Nicandro Garganico (FG)

Ciao Beniamino,

bellissima notizia! Il primo passo verso traguardi ancora più ambiti, ne sono sicuro. Abbracciami forte Maria Luisa e tutta la tua splendida famiglia.

Io spero di potervi riabbracciare presto alla prima occasione utile. E poter parlare di tante cose belle della nostra amata terra.

Cari saluti anche a te.

Giovanni

--------------------------

Messaggio del Prof. Gino Schirosi – Scrittore, Docente di Lingua e Letteratura Italiana nel Liceo Classico di Gallipoli (LE)

Miei carissimi amici Carla e Beniamino, sono oltremodo contento di poter partecipare della vostra meritata gioia. Affettuosi auguri a Maria Luisa.

A presto. Gino

--------------------------

Messaggio del Prof. Luigi Giungato – Preside del Liceo Classico di Gallipoli (Le) – Fondatore e Presidente dell'Associazione Culturae Anxa di Gallipoli (Le) e Direttore della rivista Anxa news

Caro Beniamino,

sono molto contento del bel risultato di tua figlia.

Fammi sapere qualcosa di più, per un'eventuale pubblicazione sulla rivista ANXA del prossimo mese.

Saluti cari a te e Carla.

Gigi Giungato

--------------------------

Messaggio del Prof. Fernando Sammarco - Scrittore, Presidente de "I Leoni di Messapia", Docente di Lingua e letteratura Inglese presso le scuole superiori

Veramente tanti complimenti a Maria Luisa, a te e a Carla per il notevole successo.
 
Sono stato a Forlì nel settembre passato e mi è parsa una città molto bella e a misura d’uomo.
 
Ancora felicitazioni.
 
Fernando

--------------------------

Messaggio dei Coniugi Oronzo e Flora De Nunzio – Zii di Maria Luisa

Apprendiamo con sincero piacere questa bella notizia e auguriamo alla nostra Maria Luisa che ciò sia solo il preludio per tanti altri riconoscimenti.

Naturalmente, felicitazioni anche a voi che siete i suoi genitori, saluti zio Oronzo e zia Flora

--------------------------

Messaggio del Sig. Giulio Piemontese – Cugino di Maria Luisa

Caro Zio, come stai?

sono molto contento per voi e per Maria Luisa soprattutto (a cui, tra l'altro, non sapevo piacesse scrivere).

E' davvero un bel tema quello del concorso, e mi rendo conto di come col passare degli anni (ma anche proprio di questi tempi)

sia difficile mantenere la memoria come forma di conoscenza, in un modo dove tutto o quasi è "informazione".

Non sono tanto ferrato sulle figure partigiane forlivesi.. ma dato il premio e l'argomento di spessore vedo che oltre alla bravura,

Maria Luisa mi sembra già perfettamente inserita nell'ambiente "forlivese", appunto.

Se poi tra le altre cose vorreste (e volesse) anche farmi leggere qualcosa ne sarei contento pure io..

Naturalmente darò la notizia a mia madre, che in questo momento si trova a Torre dell'Orso, senza connessione internet alcuna.

Abbracci, Giulio

--------------------------

Messaggio della Sig.ra Doriana Indino – Titolare della Libreria Libri&Musica di Maglie (Le)

Complimenti vivissimi e un grosso abbraccio.

Doriana

--------------------------

Messaggio dell'Arch. Alessio Sacquegna – Cugino di Maria Luisa

Caro Benia,
sono felicissimo per la notizia.  Lo sono per Maria Luisa e ovviamente per te e Carla, ma anche per il tema della sua composizione.
Questa sera lo riferirò a Maria Elena e poi spero avremo il piacere di leggerlo.

Un abbraccio a voi.
Alessio

--------------------------

Messaggio della Prof.ssa Luciana Longobardi – Zia di Maria Luisa, Poetessa, Scrittrice, Docente di Lingua e Letteratura Italiana nelle scuole superiori

Carissimo Beniamino,

è stato Giulio a darmi la bellissima notizia. Sono davvero contenta e ti ringrazio di avercela comunicata. Proprio domenica sono andata a trovare tua madre Tina (che ti manda i suoi saluti) e lei mi diceva della tua predisposizione per l'italiano e per la scrittura. Maria Luisa ha lo stesso dono che hai avuto tu. Mi ricordo quando eri da noi a Padova e rimanevi fino a tardi la sera a scrivere in sala alla luce di una lampada. Ho di te quest'immagine nitida e mi sarebbe piaciuto leggere qualche tuo scritto. Fai i complimenti per me a Maria Luisa per il brillante risultato soprattutto per essersi cimentata in un ambito impegnativo come quello storico biografico e dille anche per me 'ad maiora'! Affettuosi saluti a voi tutti e a Carla un caro abbraccio da parte mia con la speranza di incontraci appena possibile,

Luciana

--------------------------

Messaggio del Prof. Massimo Mura - Poeta, Scrittore, Musicista, Docente di Diritto nelle scuole superiori

Certo che sono felice per tua figlia Maria Luisa e la sua brillante vittoria. Lo sono come amico ma soprattutto come nipote di una partigiana martire della Resistenza, Maria Teresa Sparascio, e devi sapere che domenica ho avuto l'onore di conoscere nella sede di Terra Rossa a Lecce Adelmo Cervi figlio di Aldo Cervi il maggiore dei famosi 7 fratelli Cervi partigiani fatti fucilare dai fascisti il 28 dicembre 1943 al poligono di Reggio Emilia. Ho il suo libro di memorie che ha dedicato a me e a mia madre avendo ascoltato commosso la storia di mia nonna Maria Teresa Sparascio eroica staffetta partigiana fucilata dai nazifascisti. Saluti a Carla.Ciao Massimo

--------------------------

Messaggio del Prof. Giacinto De Nunzio - Zio di Maria Luisa, Docente di Matematica nelle scuole superiori

Tutti i successi dei figli sono gioia per NOI genitori. "Ad maiora".
Abbracci. Tino

--------------------------

Messaggio del Dott. Alfonso Pagano - (Consulente finanziario) e consorte Prof.ssa Stella Giuffrida (Docente di Lingua e Letteratura Italiana nelle scuole superiori) - Catania

Carissimi, solo oggi ho aperto questa mail perch
in genere lavoro con quella aziendale.
I nostri complimenti per la giovane scrittrice, anche se in ritardo, non son per questo meno sentiti. Sappiamo bene cosa significano i successi dei nostri figli, piccoli o grandi che siano.
Maria Luisa ha sicuramente ereditato da voi il gusto della scrittura e la capacit
di trasformare quanto scrive in un piccolo capolavoro. Ci farebbe piacere, se avete la possibilitdi darcene copia, leggere il suo scritto.
Un abbraccio per voi tutti.
Alfonso e Stella

--------------------------

Messaggio del mio amico Sig. Fausto Rossetti (Funzionario della Regione Umbria) e Famiglia

Rispondo con molto ritardo e me ne scuso vivamente. Le nostre congratulazioni a Maria Luisa e un sincero abbraccio a voi tutti.

Fausto

--------------------------

GRAZIE !!!

 

 

..................

24 aprile 2016

Iniziativa culturale e umanitaria

COMPIANTO PER GIULIO REGENI

 

CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI LECCE

 

(già fissata per il 24 aprile 2016)

 

Attenzione!

RINVIO A DATA DA DESTINARSI

per cause di forza maggiore

 

Torre di Belloluogo

Lecce, domenica 24 aprile (dalle ore 18 alle 19)

 

OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

 

COMPIANTO PER GIULIO REGENI

OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

 

......

ATTENZIONE

Comunicazione urgente

RINVIO A DATA DA DESTINARSI

Comunicazione urgente

Rinvio iniziativa "COMPIANTO PER GIULIO REGENI"

---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: Beniamino Piemontese <beniaminopiemonteose@gmail. com>
Data: domenica 24 aprile 2016
Oggetto: RINVIO "COMPIANTO PER GIULIO REGENI"
A:  Sindaco <sindaco@comune.lecce.it>, Segreteria del Sindaco - Città di Lecce <segreteriasindaco@comune. lecce.it>


All'Ill.mo Signor SINDACO DI LECCE Dott. Paolo Perrone

Sono dolente di informarLa che per causa di forza maggiore (l'aggravarsi delle condizioni di salute di mia moglie Carla, presidente dell'Osservatorio Torre di Belloluogo) l'iniziativa culturale e umanitaria "COMPIANTO PER GIULIO REGENI", prevista per oggi 24 aprile presso la Torre di Belloluogo, è rinviata a data da destinarsi.

Porgo le scuse di tutto l'Osservatorio e mio personale.
Ossequi.
Beniamino Piemontese (socio dell'Osservatorio Torre di Belloluogo)

P s.
La presente comunicazione di rinvio viene pubblicata al più presto sul sito web dell'associazione
www.torredibelloluogo.com

 

INFO

http://www.leccesette.it/dettaglio.asp?id_dett=35129&id_rub=255

 

..................

 

ADESIONE ALLA MOBILITAZIONE

Verità per Giulio Regeni!

 

http://www.amnesty.it/egitto-Verita-per-Giulio-Regeni

 

ADESIONE

alla campagna di denuncia e di sensibilizzazione promossa da Amnesty International - Sezione Italiana

per chiedere che si faccia piena luce sull'assassinio del ricercatore italiano Giulio Regeni

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

 

..................

 

15 aprile 2016

Lettera al Sig. Sindaco di Lecce

TUTELARE UN PATRIMONIO ARTISTICO PRIVATO MA CHE È ANCHE PUBBLICO

Dipinto di proprietà del Condominio "Paganini" - Via Lupiae, 21 - LECCE (foto: B. Piemontese)

Dipinto di proprietà del Condominio "Paganini" - Via Lupiae, 21 - LECCE

(foto: B. Piemontese)

 

LETTERA AL SIG. SINDACO DI LECCE

---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: Beniamino Piemontese <beniaminopiemontese@gmail.com>
Date: 15 aprile 2016 10:23
Oggetto: Tutelare un patrimonio artistico privato che è anche pubblico
A: Segreteria del Sindaco - Città di Lecce <segreteriasindaco@comune.lecce.it>

Ill.mo Signor Sindaco Dott. Paolo Perrone,

Le rivolgo la presente istanza affinché possa essere presa in considerazione dal Comune di Lecce l'ipotesi da me caldeggiata di una forma di tutela verso un patrimonio artistico privato che di fatto è anche pubblico della nostra città.
Mi riferisco all'insieme di quadri ad olio su tavola di grandi dimensioni (circa metri 3 x 3) che adornano gli 8 atri d'ingresso ai 4 condomini privati affanciantisi su Via Lupiae. Il complesso dei  quattro edifici è stato costruito dalla Ditta Montinari circa 50 anni fa, e le opere artistiche collocate all'ingresso dei condomini (ogni palazzo ha 2 portoni di accesso) risalgono alla stessa epoca, e quindi stanno per diventare e poter essere considerate vere opere di antiquariato artistico.
Nella foto allegata riporto l'immagine scattata questa mattina al quadro (in restauro) che adorna l'ingresso del condominio "Paganini" al civico 21 di Via Lupiae, dove abito.
Meritoriamente il condominio "Paganini" di Via Lupiae, 21 ha deciso di sottoporre l'opera di sua proprità condominiale ad un doveroso restauro, visto che tanto la superficie pittorica che il pannello di tavola (o compensato) su cui era stata realizzata l'opera ha subito negli anni piccoli ma sciagurati atti vandalici, ed a più riprese, e vari tentativi volenterosi (quanto maldestri) di porvi rimedio.
Spesso abbiamo piccoli e grandi tesori sotto i nostri occhi, ma non ce ne accorgiamo.
Potrebbe essere stato sfortunato il caso del quadro ad olio del condominio in cui abito con la mia famiglia, se non fosse stato per la lungimiranza dei privati proprietari che hanno saggiamente deciso di far restaurare il bello e prezioso dipinto.
Ma sarà questa la decisione anche degli altri condomini? Oppure le altre opere artistiche che fanno parte di questa specie di piccola ma importante collezione di proprietà privata di vari condomini potranno finire rovinati o dispersi o distrutti?
Ma non è forse vero che non solo di un patrimonio artistico privato si tratta, ma di una vera e propria "Galleria" di dipinta dal carattere intrinsecamente pubblico dato che i dipinti sono stati creati e pensati per essere esposti all'ammirazione e al godimento non solo dei loro diretti proprietari, ma di tutti gli ospiti e i passanti in questa zona della nostra città, e quindi arricchiscono con la loro bellezza la nostra Lecce.
L'ipotesi che caldeggio con la presente istanza a Lei indirizzata, Ill.mo Signor Sindaco di Lecce, è che tanto singolarmente quanto tutto l'insieme dei quadri che arricchiscono gli atri dei condomini realizzati dalla Ditta Montinari 50 anni fa sia posto sotto una forma di tutela, per la loro conservazione e valorizzazione.

Grato per l'attenzione che Lei, Ill.mo Signor Sindaco di Lecce, vorrà rivolgere alla mia presente istanza. Le porgo i miei più distinti saluti.

Beniamino Piemontese

LECCE, 15-04-2016

 

RISPOSTA DEL SIG. SINDACO DI LECCE

---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: <segreteriasindaco@comune.lecce.it>
Date: 18 aprile 2016 11:06
Oggetto: Re: Tutelare un patrimonio artistico privato che è anche pubblico
A: Beniamino Piemontese <beniaminopiemontese@gmail.com>
 
    Gentile sig. Piemontese
è certamente meritorio da parte sua occuparsi di questioni legate al patrimonio artistico pubblico e privato della nostra  città che la rende ancora più interessante
e bella.
    Il sindaco come tale vorrebbe che tutto fosse al massimo dello splendore, opportunamente conservato e valorizzato, ma occorre fare i conti con l’enorme mole di opere e le ristrettezze grandi delle disponibilità finanziare  a disposizioni delle casse comunali.
    L’amministrazione fatica moltissimo a perseverare il patrimonio pubblico e, pertanto, comprenderà come al momento non sia ipotizzabile alcun intervento sul patrimonio privato.
    Nella mia veste di sindaco confido, quindi, nella collaborazione dei miei concittadini volta a tutelare le opere in loro possesso perché tutti possano ammirarle.
    La ringrazio per lo spunto offerto e la saluto cordialmente.
 
 
SINDACO
Paolo Perrone 

 

 

LA MIA RISPOSTA

---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: Beniamino Piemontese <beniaminopiemontese@gmail.com>
Date: 18 aprile 2016 13:21
Oggetto: Re: Tutelare un patrimonio artistico privato che è anche pubblico
A: "segreteriasindaco@comune.lecce.it" <segreteriasindaco@comune.lecce.it>




Ill.mo Signor Sindaco Dott. Paolo.Perrone,

La ringrazio sentitamente per la Sua risposta e per le preziose considerazioni sul nostro patrimonio pubblico e privato.
Mi auguro che gli altri condominiali del complesso di cui fa parte l'edificio in cui risiedo possano seguire l' esempio dato ed offerto al godimento pubblico cittadino da noi condomini del "Paganini" in via Lupiae 21
Spero che Lei Ill.mo Signor Sindaco potrà trovare il tempo e il modo di rivolgere anche solo con un gesto simbolico l'attenzione significativamente morale del Capo dell'Amministrazione Comunale a questa piccola rinascita di un tassello della grande trama dei Beni artistici e culturali che fanno parte del patrimonio artistico di Lecce.

Ossequi.

Beniamino Piemontese

 

 ..................

L'ARCIVESCOVO DI LECCE IN DIFESA DELLE CHIESE DI LECCE E DELL'ABBAZIA DI KALENA

Monsignor Domenico Umberto D’Ambrosio, Arcivescovo di Lecce, scrive al Ministro dei beni culturali Franceschini

(12 gennaio 2016)

Lettera (file PDF)

 

 ....

MESSAGGIO AL SINDACO DI LECCE

---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: Beniamino Piemontese <beniaminopiemontese@gmail.com>
Date: 18 gennaio 2016 08:36
Oggetto: Caso Kalena. Monsignor D’Ambrosio scrive al Ministro dei beni culturali Franceschini
A: Sindaco <sindaco@comune.lecce.it>, Segreteria del Sindaco - Città di Lecce <segreteriasindaco@comune.lecce.it>

All'Ill.mo Dott. Paolo Perrone -Sindaco di Lecce

Ill.mo Signor Sindaco Dott. Paolo Perrone,

mi permetto di metterLa a conoscenza della bella e toccante lettera che il nostro Arcivescovo S.E.Mons. Domenico d'Ambrosio ha scritto al Ministro Franceschii e che mi è stata inoltrata dalla cara amica Prof. Teresa Maria Rauzino presidente del Centro dtudi "G. Martella" di Peschici. S. E l'Arcivescovo Mons. d'Ambrosio rivolge  un vibrante appello in difesa delle vestigia della Chiesa di S. Maria di Kalena nella sua terra natia (che è anche la mia).
Ma all'inizio del suo appello il nostro Arcivescovo parla della sua e nostra Lecce con parole ispirate e delicatissime.

Ossequi.
Beniamino Piemontese

(Artista - socio fondatore dell'Osservatorio Torre di Belloluogo)

 ....

 

LA LETTERA DELL'ARCIVESCOVO DI LECCE SULLA STAMPA

 

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

La Gazzetta di Lecce

(19 gennaio 2016)

....

L'ATTACCO

(19 gennaio 2016)

....

Sul Web:

 

OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

 

URIATINON

Caso Kalena. Monsignor D’Ambrosio scrive al Ministro dei beni culturali Franceschini

https://rauzino.wordpress.com/2016/01/17/caso-kalena-monsignor-dambrosio-scrive-al-ministro-dei-beni-culturali-franceschini/

 

....

Documentazione

LETTERA DEL MINISTERO AL PRESIDENTE DEL CENTRO STUDI "G.MARTELLA"

(file PDF)

 

............

14 dicembre 2015

IN RICORDO DEL POETA  NICOLA G. DE DONNO

IN RICORDO DEL POETA  NICOLA G. DE DONNO

INVITO

Mi pregio di invitarLa alla prossima iniziativa culturale che si svolgerà presso le Benedettine di Lecce.

Le Benedettine e le Edizioni Milella di Lecce, i familiari e gli amici più cari del compianto Poeta Preside Prof. Nicola G. De Donno mi hanno graziosamente invitato a partecipare all'omaggio al Poeta, da me conosciuto e frequentato assiduamente, essendone ricambiato con affetto paterno, inserendo nel programma la presentazione del mio brano musicale (suonato alla tromba) appositamente composto per l'occasione ed intitolato "Elegia per il Poeta Prof. Nicola G. De Donno".

Sarò onorato della Sua presenza.

Beniamino Piemontese

 

 

_____________________________________________________________________

13 - 11- 2015

LUTTO

 

NOUS SOMMES TOUS PARIS

NOI SIAMO TUTTI VALERIA

NOUS SOMMES TOUT PARIS

Valeria Solesin R.I.P.

 

R.I.P.

Per la nostra Concittadina Italiana Valeria Solesin e per tutte le Vittime

della strage terroristica di Parigi

_____________________________________________________________________

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

 

24 novembre 2015

COMMEMORAZIONE

________________________________
Valeria Solesin sarà ricordata alla Torre di Belloluogo di Lecce

“Son morto con altri cento…”
(Francesco Guccini, Auschwitz)
________________________________

VALERIA SOLESIN


ISTANZA AL SINDACO E ALL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI LECCE

---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: Beniamino Piemontese <beniaminopiemontese@gmail.com>
Date: 22 novembre 2015 22:21
Oggetto: Fwd: In Memoria di Valeria Solesin - "Son morto con altri cento..."
A: Sindaco <sindaco@comune.lecce.it>

Ill.mo Signor Sindaco di Lecce Dott. Paolo Perrone,

il sottoscritto Piemontese Beniamino, cittadino italiano residente a Lecce,

chiede alle SS. LL. Ill.me e all’Amministrazione Comunale di Lecce di voler indire il Lutto Cittadino il prossimo martedì 24 novembre p.v., giorno dei funerali della giovane studiosa Valeria Solesin, uccisa nella strage compiuta a Parigi dai terroristi islamici, in segno di partecipazione e di lutto per la Sua morte e di omaggio alla Sua Memoria.

Nel pomeriggio dello stesso giorno, il sottoscritto suonerà le note di “Auschwitz” alla Torre di Belloluogo con la tromba in segno di cordoglio e quale condanna per l’atroce delitto commesso dai terroristi a Parigi che è da considerarsi un crimine contro l’Umanità, come quello commesso dai nazisti ad Auschwitz e negli altri campi di concentramento.

Per questo motivo lo scrivente ha deciso di intonare le note della famosa canzone composta da Francesco Guccini.

In fede.

Beniamino Piemontese

LECCE, 22 Novembre 2015

 

...

ADESIONE DELL'ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

A nome mio e dell'associazione che rappresento, aderisco moralmente alla simbolica commemorazione della giovane e valente studiosa italiana Dott.ssa Valeria Solesin,

uccisa a Parigi vittima del terrorismo fondamentalista islamico.

L'atto simbolico pensato dal nostro socio Beniamino Piemontese ha tutto il nostro sostegno e approvazione.

Mi auguro che il Sindaco e l'Amministrazione Comunale di Lecce vogliano dare la loro adesione oltre che accogliere la sua richiesta di indire il lutto cittadino.

Nessun altro luogo è più adatto della Torre di Belloluogo ad accogliere questa iniziativa: questo Monumento è l'eccelsa testimonianza del legame storico e artistico della nostra città e del nostro Salento con la Francia.

Le origini francesi della famiglia della Contessa Maria d'Enghien, Regina di Napoli, che amò e nobilitò la Torre di Belloluogo, il primo motivo. Inoltre, il ciclo pittorico della Cappella gentilizia all'interno della stessa Torre, dedicato alla Maddalena, è un culto nato e sviluppatosi in Francia ed è strettamente collegato alle vicende dei regnanti di Francia. Tutto ciò la rende quindi la cornice ideale per esprimere il nostro cordoglio per la tragicissima perdita di una giovane e brillante Vita, quella della Dott.ssa Valeria Solesin oltre che di tutte le Vittime innocenti della strage di Parigi.

Prof.ssa Carla De Nunzio

Presidente dell'Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo

 

...

IN ONORE DI VALERIA SOLESIN

Lettera del Sindaco della Città di Lecce a Beniamino Piemontese


 
    Gentile sig. Piemontese,

la sua richiesta di indire il lutto cittadino in onore della compianta Valeria Solesin, vittima come tanti altri giovani della barbarie compiutasi a Parigi lo scorso 13 novembre, pervenuta presso la mia segreteria solo il giorno precedente i funerali, non mi ha consentito di riscontrare come richiesto e desiderato.
 
    Questa Amministrazione Comunale, però, vuol rendere omaggio alla giovane italiana, eccellenza di questo Paese che si adopera per un futuro più luminoso e di pace e, pertanto, ho disposto che prima dello svolgimento dei lavori del Consiglio Comunale, che si terrà lunedì 30 p.v., sia rispettato un minuto di silenzio.
 
    La ringrazio per la sua costante attenzione alle vicende del Paese e della città di Lecce in particolare.
Cordiali saluti
 
IL SINDACO
Paolo Perrone

......

In onore di Valeria Solesin

le note di "Auschwitz" suonate con la tromba

da Beniamino Piemontese

TORRE DI BELLOLUOGO (Lecce) 

24 novembre 2015

 

VIDEO

 

https://youtu.be/EhTz4a0Mj-w

 

IN ONORE DI VALERIA SOLESIN le note di "Auschwitz" suonate con la tromba da Beniamino Piemontese - TORRE DI BELLOLUOGO (Lecce)  24 novembre 2015

IN ONORE DI VALERIA SOLESIN le note di "Auschwitz" suonate con la tromba da Beniamino Piemontese - TORRE DI BELLOLUOGO (Lecce)  24 novembre 2015

IN ONORE DI VALERIA SOLESIN le note di "Auschwitz" suonate con la tromba da Beniamino Piemontese - TORRE DI BELLOLUOGO (Lecce)  24 novembre 2015

(Foto: Archivio dell'Osservatorio Torre di Belloluogo)

 

...

MESSAGGI DI ADESIONE


Sempre sensibile, Beniamino!

Ricorda Valeria anche da parte nostra. 

Teresa Maria Rauzino e il marito Silverio

...

ADESIONE DEL PROF. MAURIZIO NOCERA
Poeta - già Docente di Lettere Italiane nelle scuole superiori

Sono d'accordo con te!
Il nostro abbraccio a Valeria!

Maurizio Nocera

...

ADESIONE DEL PROF. FRANCESCO LUCREZI
Università degli Studi di Salerno

Grazie, complimenti, un abbraccio, a presto,

Francesco Lucrezi

...

ADESIONE DELLA PROF.SSA LUCIANA LONGOBARDI
Poetessa – già Docente di Lettere Italiane nelle scuole Superiori

Suona, Beniamino!
Esprimi con la tua tromba anche il mio dolore per la povera Valeria!
Ricorda Valeria come sai fare tu, e rammenta che “chi muore giovane è caro agli dei”…

Luciana Longobardi

...

La notizia dell'iniziativa è stata diffusa a tutti i Soci dell'Ordine Sodale "I Leoni di Messapia" dal Presidente e Arthas del sodalizio culturale, l'esimio Prof. Fernando Sammarco,

che si ringrazia.

 

...

PIANGO PER LA MORTE DI VALERIA SOLESIN

PIANGO PER I NOSTRI FIGLI INDIFESI

La società italiana, lo stato italiano, le istituzioni italiane, l’opinione pubblica italiana, noi italiani, siamo deboli.
Lasciamo che i nostri figli si allontanino e vadano all’estero in cerca di lavoro e di prospettive di lavoro e di vita mentre noi qui in Italia invecchiamo sempre di più e diventiamo sempre più dipendenti dagli altri.
Le migliori e più giovani energie del nostro paese, delle nostre famiglie, si allontanano dal nostro -dal loro! paese e vanno via.
Questa è diventata la nostra più grande debolezza.
Se a questo male si va ad aggiungere che questi giovani italiani all’estero vengono uccisi da sicari spietati, soldati armati della guerra di religione contro l’occidente e i cristiani, allora il male si fa ancora più grande, perché noi per primi non abbiamo saputo trattenere i nostri figli e proteggere in patria, nella loro patria, e non li abbiamo difesi come avremmo dovuto.
Se poi un domani (e non sia mai che sia così!) altri giovani italiani ed europei cadranno vittime a casa propria sotto i colpi di altri criminali armati del fondamentalismo islamico, allora sarebbe il male assoluto, ma noi per primi ne saremmo i responsabili perché abbiamo abbandonato i nostri figli nelle mani del nemico.

Beniamino Piemontese

 ...

 

Sul Web:

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

 

Articolo sul blog Uriatinon:

https://rauzino.wordpress.com/ 2015/11/23/in-memoria-di- valeria-solesin/

 

 

 ......

4 novembre 2015

SAN MAURO

ESPOSTO-DENUNCIA AL MINISTERO DEI BENI CULTURALI

Abbazia di San Mauro (interno) - Foto di B. Piemontese

Abbazia di San Mauro (interno)

(Foto di Beniamino Piemontese)

 

Associazione Ideale

Anna Maria Massari - Antonio Leonardo Verri - Marianna Casto - Giorgio Di Lecce - Luigi Mura

OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

 

Dal nostro socio fondatore M° Beniamino Piemontese riceviamo la seguente lettera che pubblichiamo integralmente di seguito.

 

ESPOSTO-DENUNCIA AL MINISTERO

---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: Beniamino Piemontese
Socio fondatore dell'associazione Ideale Osservatorio Torre di Bello luogo


Alla Preg.ma DIREZIONE GENERALE BELLE ARTI E PAESAGGIO
Servizio II - Tutela del patrimonio storico artistico, architettonico e demoetnoantropologico


LETTERA

A S. E. Avv. Dario Franceschini
Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo


per il cortese tramite di:
Ill.mo Prof. Giampaolo D'Andrea
Capo di Gabinetto del Ministro
E-mail:
gabinetto@beniculturali.it


e p. c. a:

S. E. Rev.ma Mons. Domenico Umberto d'Ambrosio - Arcivescovo Metropolita di Lecce

Ill.mo Dott. Michele Emiliano - Presidente della Regione Puglia

Ill.mo Dott. Paolo Perrone - Sindaco di Lecce




Mittente:
Beniamino Piemontese (artista) - Socio fondatore dell'Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo - Lecce


Oggetto:
ESPOSTO-DENUNCIA

L'Abbazia di San Mauro nel territorio del Comune di Sannicola (Le), presso Gallipoli, è diventata una pietraia!

Seguito dell'iniziativa di volontariato culturale intitolata
"Alla Torre di Belloluogo per S.Maria di Kàlena, San Mauro, San Salvatore e San Pietro dei Sàmari"
"Marcia K" per tromba solista (B. Piemontese) alla Torre di Belloluogo per S.Maria di Kàlena, San Mauro, San Salvatore e San Pietro dei Sàmari



Riferimenti:

1) Lettera del 7 settembre 2015 al Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo (e altre Istituzioni regionali e comunali)

2) Documentazione pubblicata sui siti web
www.torredibelloluogo.com e www.messapi.info

3) Articolo pubblicato sul blog URIATINON a cura della Prof. Teresa Maria Rauzino (docente, giornalista, scrittrice e presidente del Centro Studi "G. Martella")

https://rauzino.wordpress.com/ 2015/09/07/alla-torre-di- belloluogo-per-s-maria-di- kalena-san-mauro-san- salvatore-e-san-pietro-dei- samari/

Allegati:

fotografie scattate dallo scrivente presso l'Abbazia di San Mauro in Sannicola (Le) in data i novembre u.s. a seguito di un sopralluogo effettuato in situ insieme con la Prof.ssa Carla De Nunzio, Presidente dell'Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo -
www.torredibelloluogo.com , ed il Sig. Riccardo Rella, Presidente dell'Associazione Speleo Trekking Salento - www.trekkingsalento.com




ESPOSTO-DENUNCIA

L'Abbazia di San Mauro nel territorio del Comune di Sannicola (Le), presso Gallipoli, è diventata una pietraia!


Il sottoscritto PIEMONTESE Beniamino, recatosi in data 1 novembre u.s. presso l'Abbazia di San Mauro in territorio di Sannicola (Le), per partecipare all'incontro "Tutti a San Mauro!" indetto dall'Osservatorio Torre di Belloluogo congiuntamente a Speleo Trekking Salento, ha potuto osservare de visu lo stato pietoso del suddetto Monumento, chiuso ed in stato di semi-abbandono, come documentano le fotografie che si allegano alla presente lettera.
La Chiesa è sbarrata, l'interno presenta segni evidenti di abbandono e trascuratezza, come si evince da una bottiglia di plastica lasciata dentro negligentemente, e tutt'intorno è diventata una pietraia!
Persino un cartello con sopra scritto di passati interventi di restauro giace abbandonato per terra, mentre i gradini della vecchia scalinata d'accesso alla Chiesa sono stati malamente ricoperti da pietre sassi e macigni, come per cancellarne le tracce.
Un grosso serbatoio di metallo è stato lasciato abbandonato a pochi metri dalla Chiesa... tutto sembra caduto in rovina e il Monumento condannato ad essere un rudere piuttosto che una testimonianza vivente del grande Patrimonio storico-artistico- architettonico e monumentale del nostro Salento, della nostra Puglia, della nostra Italia!
Non ci si meravigli dunque che i nostri giovani, i nosti "cervelli" diplomati e laureati, emigrino verso le altre regioni d'Italia e verso l'Europa ed il mondo in cerca di occpazione, di lavoro e di dignità, se questo nostro Paese è così mal ridotto...

Contro questo terribile ed inaccettabile stato di cose, il sottoscritto -cittadino italiano- preannuncia una propria manifestazione di protesta culturale e civile.

In fede

Beniamino Piemontese

Lecce, 4 novembre 2015

 

 

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

(Alcune delle foto allegate alla lettera del nostro socio Beniamino Piemontese)

unnamed (4)     unnamed (1)     SAN_MAURO_1nov2015_foto_B.Piemontese (4)

 

  SAN_MAURO_1nov2015_foto_B.Piemontese (5)     unnamed (6)    unnamed (5)

  unnamed

unnamed (3)

Da sinistra: il Sig. Riccardo Rella, Presidente dell'Associazione Speleo Trekking Salento; la Prof.ssa Carla De Nunzio, Presidente dell'Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo; il Sig. Antonio Adamo, Guida escursionistica dell'Associazione Speleo Trekking Salento; ed il M° Beniamino Piemontese, socio fondatore dell'Ass. Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo

Le foto sono di Beniamino Piemontese

...

 

Articoli:

URIATINON

https://rauzino.wordpress.com/2015/11/04/labbazia-di-san-mauro-a-sannicola-le-e-diventata-una-pietraia-esposto-denuncia-di-beniamino-piemontese/

...

LECCEPRIMA.it

http://www.lecceprima.it/politica/esposto-ministro-beni-culturali-abbazia-san-mauro-sannicola-4-novembre-2015.html

...

LA GAZZETTA DI LECCE

(5 novembre 2015)

LA GAZZETTA DI LECCE (pagine locali de LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO) riporta un ampio articolo su quanto denunciato

 

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

 

 

......

INVITO AL TREKKING

 

1 novembre 2015

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

Tutti a San Mauro!

 

Iniziativa promossa e organizzata da:

SPELEO TREKKING SALENTO

DOMENICA 1 NOVEMBRE “SAN MAURO”

 

Nella foto: l'Abbazia bizantina di San Mauro, presso Gallipoli (Le) - (fonte: SpeleoTrekkingSalento)

Nella foto: l'Abbazia bizantina di San Mauro, presso Gallipoli (Le)

(fonte: SpeleoTrekkingSalento)

 

PARTENZA

Ore 9:00 CATASTO DI LECCE

Ore 10:00 BAR QUATTRO COLONNE - S. MARIA AL BAGNO (NARDO')

 Interessante percorso sulla collinetta degradante verso il suggestivo golfo di Gallipoli, impegnati a proseguire nel recupero della minuscola, deliziosa, chiesetta bizantina di S. Mauro. L'appassionato allarme, circa lo stato di abbandono, partì, mi piace ricordarlo, da Beniamino Piemontese de "L'Osservatorio Torre di Belloluogo". Soste a Torre del Fiume, Torre del Doganiere e Abbazia di S. Salvatore. 16 km ca.

Condurrà Riccardo Rella

Presidente dell'Associazione
SPELEO TREKKING SALENTO

 

Articolo:

"Nuovo QUOTIDIANO DI PUGLIA" - 30-10-2015

Articolo del "Nuovo QUOTIDIANO DI PUGLIA" - 30-10-2015

 

Ringraziamenti

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

L'Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo ringrazia calorosamente l'Amico e Collega Sig. Riccardo Rella, Presidente di Speleo Trekking Salento,

per aver voluto ancora una volta  rinnovare generosamente i legami con questi preziosi Tesori Monumentali della nostra terra

a cui ci accomuna la battaglia più che decennale in loro difesa.

Carla De Nunzio (presidente)

Beniamino Piemontese (socio fondatore)

http://www.torredibelloluogo.com/

 

www.torredibelloluogo.com

 

Iniziativa di volontariato culturale

MARCIA K (2° movimento)

Flicorno contralto: B. Piemontese

Torre di Belloluogo

MARCIA K (2° Movimento - Flicorno contralto: Beniamino Piemontese - Foto di Carla De Nunzio - www.torredibelloluogo.com

MARCIA K (2° Movimento - Flicorno contralto: Beniamino Piemontese

Foto di Carla De Nunzio - www.torredibelloluogo.com

 

VIDEO

di Carla De Nunzio

 

https://youtu.be/6xzLpbTCTfg


Marcia K (2° movimento)

in difesa dell'Abbazia bizantina di San Salvatore a Sannicola (Le)
e dell'Abbazia di Santa Maria di Kàlena a Peschici (Fg)

Flicorno contralto: Beniamino Piemontese

(Libero adattamento di B. Piemontese dalla "Karelia Suite" di Jean Sibelius)

Torre di Belloluogo
Lecce, 8 ottobre 2015

Video di Carla De Nunzio

Pubblicazione sul sito URIATINON
https://rauzino.wordpress.com/ 2015/10/07/marcia-k-2- movimento-per-le-abbazie-di- san-salvatore-e-santa-maria- di-kalena/

 

Ci tengo a ringraziare la carissima Presidente Prof.ssa Teresa Maria Rauzino per aver pubblicato questa pagina dedicata alla “Marcia K” sul suo sito. Anche questa volta, come nella mia precedente interpretazione musicale della prima parte della “Marcia K”, ho suonato con uno strumento giunto nelle mie mani in condizioni disastrose e recuperato con molta cura e tanta pazienza per essere riportato a nuova vita e per tornare a suonare. Come per gli antichi monumenti storico-artistici in abbandono e rovina che vanno salvati, restaurati e valorizzati, così si debba fare con i vecchi e gloriosi strumenti musicali ridotti però mezzi distrutti e abbandonati: vanno recuperati e fatti ritornare ad una vita nuova!

Beniamino Piemontese - Lecce

 

......................

10 settembre 2015

MARCIA K

per

Santa Maria di Kàlena (Peschici -FG), San Mauro e San Salvatore (Sannicola - LE), San Pietro dei Sàmari (Gallipoli - LE) e la Torre di Belloluogo

 

Associazione Ideale

Anna Maria Massari - Antonio Leonardo Verri - Marianna Casto - Giorgio Di Lecce - Luigi Mura

OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

 

Video

MARCIA K

alla Torre di Belloluogo

 

https://youtu.be/WQusOBPnKSU

 

"MARCIA K"
Tromba: Beniamino Piemontese

Libero adattamento per tromba di B. Piemontese della "Karelia Suite" di J. Sibelius

Dedicata alla tutela di:
Santa Maria di Kàlena (Peschici -FG), San Mauro e San Salvatore (Sannicola - LE), San Pietro dei Sàmari (Gallipoli - LE) e alla Torre di Belloluogo a Lecce.

Video di:
Prof.ssa Carla De Nunzio
LECCE 2015

 ...

 
Ci tengo a dire che, con un intento fortemente simbolico, ho scelto di suonare con un vecchio strumento recuperato in condizioni molto critiche presso un rigattiere, e che dopo le necessarie cure è tornato a rivivere e a suonare. Ecco come si dovrebbe fare con tutti gli antichi monumenti abbandonati e in rovina: recuperarli, restaurarli e valorizzarli, cioè restituirli a nuova vita! E se non lo facciamo noi in Italia, patria e culla della maggior parte del Patrimonio mondiale dell'Arte e della Cultura, chi lo deve fare?

Beniamino Piemontese

 ...

MESSAGGIO DEL SIG. SINDACO DI LECCE

Il giorno 15 settembre 2015 09:09, sindaco <sindaco@comune.lecce.it> ha scritto:

Plaudiamo alla nobile iniziativa.

Paolo Perrone

Sindaco di Lecce
 

 

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

 

....

ARTICOLI

....

 

URIATINON

“Marcia K” per tromba solista (B. Piemontese) alla Torre di Belloluogo per S.Maria di Kàlena, San Mauro, San Salvatore e San Pietro dei Sàmari

Iniziativa di volontariato culturale intitolata
“Alla Torre di Belloluogo per S.Maria di Kàlena, San Mauro, San Salvatore e San Pietro dei Sàmari”

Torre di Belloluogo (Lecce) – 8 settembre 2015 (ore 19)

kalena conversano

S. Maria di Kàlena (Peschici)

Torre-di-Belloluogo2

Torre di Belloluogo (Lecce)

smauro

San Mauro (Sannicola - LE)

ssalvatore-8

San Salvatore (Sannicola - LE)

s_pietro-samari

San Pietro dei Sàmari (Gallipoli - LE)

 

https://rauzino.wordpress.com/2015/09/07/alla-torre-di-belloluogo-per-s-maria-di-kalena-san-mauro-san-salvatore-e-san-pietro-dei-samari/

.....

 

NEWSGARGANO

Iniziativa di volontariato culturale intitolata:

"Alla Torre di Belloluogo per S.Maria di Kàlena, San Mauro, San Salvatore e San Pietro dei Sàmari"

Presidente dell&#039;Osservatorio Torre di Belloluogo prof.ssa Carla De Nunzio

Nella foto: la Presidente dell'Osservatorio Torre di Belloluogo prof.ssa Carla De Nunzio

Lettera al Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo

A S. E. Avv. Dario Franceschini
Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo

 
e a:
S. E. Rev.ma Mons. Domenico Umberto d'Ambrosio - Arcivescovo Metropolita di Lecce
Ill.mo Dott. Michele Emiliano - Presidente della Regione Puglia
Ill.mo Dott. Paolo Perrone - Sindaco di Lecce
Ill.mo Dott. Francesco Tavaglione - Sindaco di Peschici (Fg)
Ill.mo Rag. Cosimo Piccione - Sindaco di Sannicola (Le)

Mittente:
Beniamino Piemontese (artista)

 

Oggetto: Iniziativa di volontariato culturale intitolata "Alla Torre di Belloluogo per S.Maria di Kàlena, San Mauro, San Salvatore e San Pietro dei Sàmari" Torre di Belloluogo (Lecce) - 8 settembre 2015 (ore 19)

"Marcia K" per tromba solista (B. Piemontese) alla Torre di Belloluogo per S.Maria di Kàlena, San Mauro, San Salvatore e San Pietro dei Sàmari.

Riferimenti:

Articolo pubblicato sul blog URIATINON a cura della Prof. Teresa Maria Rauzino (docente, giornalista, scrittrice e presidente del Centro Studi "G. Martella")

https://rauzino.wordpress.com/2015/09/07/alla-torre-di-belloluogo-per-s-maria-di-kalena-san-mauro-san-salvatore-e-san-pietro-dei-samari/

 

LETTERA

il sottoscritto Piemontese Beniamino, nato a Foggia il 20-05-1953 e residente a Lecce, è socio fondatore dell'Associazione Ideale "Osservatorio Torre di Belloluogo" di Lecce – Internet: www.torredibelloluogo.com – nata alla fine del 1993 e per molti anni (si potrebbe anche dire per decenni, dato che è una passione sentita e coltivata sin dalla giovinezza) lo scrivente si è battuto in difesa dei Beni Culturali della propria terra, la Puglia.

Tra i tanti Beni monumentali, in provincia di Foggia per l'Abbazia di Santa Maria di Kàlena, nella piana di Peschici, ora in possesso della famiglia Martucci, che versa purtroppo in condizioni disastrose sebbene depositaria di un fortissima devozione e sede di un antichissimo rito per la Madonna di Kàlena che si rinnova ogni anno nel giorno dell'8 settembre. Chi scrive ha raccolto l'appello lanciato strenuamente dalla esimia Prof.ssa Teresa Maria Rauzino, fondatrice e presidente del Centro Studi "G. Martella".

A Lecce innanzitutto per la tanto amata per la Torre di Belloluogo, di proprietà pubblica del Comune di Lecce, sita alle porte del capoluogo, Bene monumentale che oltre vent'anni fa versava in condizioni pietose, abbandonato e in rovina. Dalla battaglia in sua difesa è sorta l'associazione di cui ancora oggi lo scrivente fa parte, insieme a tanti eccellenti intellettuali, artisti e poeti leccesi e salentini, come la Prof.ssa Carla De Nunzio, docente; la Prof.ssa Ada Donno, docente e giornalista; il Prof. Maurizio Nocera, poeta e scrittore; il M° Costantino Piemontese, artista e scrittore.

Nel Salento, per le Abbazie bizantine di S. Mauro (di proprietà pubblica comunale) e S. Salvatore, ricadenti nel territorio del Comune di Sannicola, e della Chiesa di S. Pietro dei Sàmari, presso Gallipoli, queste ultime due in mano ai privati.

Dappertutto, dal Gargano al Salento, molto spesso -troppo spesso- il nostro Patrimonio artistico, culturale, monumentale e religioso giace quasi sempre nel degrado e rischia la distruzione. Che fare? I volontari come il sottoscritto tentano con le sole forze culturali e morali di opporsi, ma il nemico da battere è ricco di risorse... come nel caso di Sannicola dove accanto ad un gioiello millenario strappato con le unghie e con i denti alla rovina, San Mauro, appartenente finalmente al Comune di Sannicola dopo tante lotte combattute insieme ai precedenti Sindaci e Amministratori Comunali, tra cui il Dott. Sergio Bidetti, già Sindaco di Sannicola e Presidente del Consiglio Provinciale di Lecce; il Prof. Giuseppe Nocera, già Sindaco di Sannicola, e l'attuale Consigliere Provinciale Danilo Scorrano, già Assessore alla Cultura; si lascia andare a completa distruzione, rovina e sparizione un Bene enormemente carico di testiminianze archeologiche, ambientali e paesaggistiche: l'Abbazia di San Salvatore, come avviene sostanzialmente anche in Galipoli per San Pietro dei Sàmari.

Quanto dolore procura al sottoscritto questa situazione aberrante!

Sono commosso per il fatto che da fuori provincia ci siano persone che sentano l'urgenza di accorrere in soccorso ai volontari di altre province. Come la valente presidente Prof.ssa Teresa Maria Rauzino, dal promontorio del Gargano sua terra natìa, che in più occasioni ha sentito la necessità di partecipare all'indignazione e alla protesta che monta in tanti leccesi e salentini per lo stato avvilente delle cose, offrendo la sua adesione morale, mentre qui nel Salento tanti, tantissimi, anzi la maggior parte di cosiddetti "intellettuali" continuano a restare indifferenti ai travagli e alla disperazione dei loro colleghi delle altre province che si battono in difesa dei Beni Culturali del proprio territorio.

Nella foto: Beniamino Piemontese in "Marcia K"

Per suggellare una osmosi e uno scambio intellettuale, culturale e morale con la Capitanata e il Gargano, propria terra natìa mai dimenticata, e per scendere ancora una volta in difesa di un Bene culturale a cui si sente tanto legato, lo scrivente alle ore 19 di domani martedì 8 settembre 2015, intonerà all'ombra della Torre di Belloluogo a Lecce con la sua tromba una musica dal titolo "Marcia K" dedicata col pensiero a Santa Maria di Kàlena di Peschici, nel giorno dello svolgimento dell'antichissimo rito sacro della processione a devozione della Madonna di Kàlena che si svolge dalla Chiesa Matrice fino all'altare della Chiesa principale presso il santuario posto nella piana ai piedi del centro abitato, e per le abbazie bizantine di San Mauro e San Salvatore di Sannicola e alla Chiesa S.Pietro dei Sàmari a Gallipoli, ed alla stessa Torre di Belloluogo, luogo incantato che farà da cornice e da scenario a questa azione di puro volontariato culturale, dato il grande amore che lo lega a questo straordinario e singolare monumento a cui è legato da circa un quarto di secolo la propria vita culturale, personale e familiare.

 
In fede.
Beniamino Piemontese

 

Articolo pubblicato da NewsGargano.com

......................

10 maggio 2015

COMPIANTO

In segno di solidarietà alle

popolazioni del

Nepal

 

 

INIZIATIVA CULTURALE UMANITARIA

Interventi di Ada Donno e Carla De Nunzio

Lettura del “Compianto” del Poeta Maurizio Nocera

“Fiori del Nepal” al Flicorno di Beniamino Piemontese

 

PARCO PUBBLICO DELLA

Torre di Belloluogo

 

LECCE - Domenica 10 maggio 2015 (ore 19)

 

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

 

 

.........

OMAGGIO A DEMIS ROUSSOS

Video

Rain and tears

 

http://youtu.be/OtwYr5YvcnE

 

OMAGGIO A DEMIS ROUSSOS
"Rain and tears"

(Tromba: Beniamino Piemontese)

In queste note ho ritrovato l'atmosfera romantica, idealistica, sognatrice e rivoluzionaria della gioventù.
Grazie, Demis!

Beniamino

...

Video

We shall dance

 

http://youtu.be/QhCi-RYPXMU

 

OMAGGIO A DEMIS ROUSSOS
"We shall dance"

(Tromba: Beniamino Piemontese)

Un mio piccolo ma sentito omaggio a un Artista dal grande carisma e dalla voce inconfondibile: Demis Roussos.
La mia personale interpretazione di alcune note del famosissimo brano "We shall dance" per dire:

"Ciao, Demis!"

Beniamino

 

.......

IL TEATRO (di) APOLLO

Una commedia infinita...

Lecce, Teatro Apollo (fonte: Wikimedia)
 

 

IL TEATRO(di) APOLLO

Una commedia infinita...


Da un tempo infinito un antico e glorioso teatro di proprietà pubblica (perché acquistato dal Comune di Lecce dalla eredi Cappello) aspetta che torni a nuova vita dopo un restauro che dura da un'eternità...

Da un'eternità... ecco per questo motivo lo chiamo il teatro (di) Apollo...

Si trova esattamente alle spalle del Poiliteama Greco (privato), per intenderci quello della stagione lirica della Provincia.

Anni fa, quando Sindaco di Lecce era l'on. Poli Bortone, l'amministraziine comunale ventilò l'idea di farne un centro commerciale...

Ora sta li, in pieno centro, e resta un cantiere che costa una barca di soldi (milioni e milioni di euro), mentre potrebbe diventare la sede permanente dell'orchestra... altro che Politeama!

Ma nel mentre dovrebbe avvicinarsi (?) il momento in cui sarà riconsegnato ai cittadini dopo un costosissimo restauro, l'Orchestra Tito Schipa viene spazzata via...

Roba da matti!!!!


Beniamino Piemontese



....

 

.......

INTERVENTI

.......

 

1 Lettera aperta

CONTRO IL LICENZIAMENTO DEI 60 ORCHESTRALI DELLA ICO "TITO SCHIPA" DELLA PROVINCIA DI LECCE

 

 

12 gennaio 2015

Lettera aperta al Presidente della Provincia di Lecce

CONTRO IL LICENZIAMENTO DEI 60 ORCHESTRALI DELLA ICO "TITO SCHIPA" DELLA PROVINCIA DI LECCE

 

di Beniamino Piemontese
 

---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: Beniamino Piemontese <beniaminopiemontese@gmail.com>
Date: 12 gennaio 2015 10:43
Oggetto: Lettera aperta al Presidente della Provincia di Lecce - Contro il licenziamento dei 60 orchestrali della ICO “Tito Schipa” della Provincia di Lecce
A: presidenza@provincia.le.it
Cc: Sindaco <sindaco@comune.lecce.it>, Segreteria del Sindaco - Città di Lecce <segreteriasindaco@comune.lecce.it>, Gabinetto Sindaco di Lecce <gabinettosindaco@comune.lecce.it>

 

beniamino.piemontese@postacertificata.gov.it

13/01/2015 9.29

<protocollo.prefle@pec.interno.it>

<protocollo@pec.comune.lecce.it>

Lettera aperta al Presidente della Provincia di Lecce Contro il licenziamento dei 60 orchestrali della ICO "Tito Schipa" della Provincia di Lecce

 

Lettera aperta al Presidente della Provincia di Lecce

Contro il licenziamento dei 60 orchestrali della ICO “Tito Schipa”

della Provincia di Lecce


 

All'Ill.mo Dott. Antonio Maria Gabellone

PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI LECCE

 

e p. c. a:
 

S. E. Dott. Giuliana Perrotta

PREFETTO DI LECCE

 

Ill.mo Dott. Paolo Perrone

SINDACO DI LECCE

 

Mittente:

Beniamino Piemontese

(Lecce)


 

Lo spirito repubblicano e democratico che aleggia nelle piazze di Francia e di mezzo mondo come risposta di solidarietà alle vittime della strage operata dai criminali aderenti alla rete del terrorismo fondamentalista islamico e, di contro, quale suprema affermazione dei valori universali di libertà di pensiero e di espressione che sono principi inderogabili della nostra civiltà europea occidentale, comporta una nuova e più profonda meditazione e riflessione sui valori su cui è basata la nostra comunità civile, sociale, politica e religiosa.

L'attacco dei terroristi alla nostra civiltà coincide purtroppo con un momento in cui non solo in Francia ma anche nel nostro Paese, sembra essere caduto in basso il livello di fiducia dei cittadini nei confronti dei propri rappresentanti politici di ogni schieramento troppo spesso coinvolti in numero sempre maggiore in scandali e ruberie di ogni sorta.

Non solo la crisi economica è andata incidendo sempre di più nell'abbassamento della qualità della vita della comunità civile, ma il crescere della disaffezione alla politica nel suo insieme ha finito per portare il nostro Paese (ed anche altri) ad un pericoloso livello di scadimento nell'effettiva credibilità delle istituzioni nel loro insieme, dall'alto verso il basso, fatta salva forse solo la Presidenza della Repubblica, sebbene anche verso di essa non manchino attacchi virulenti di una consistente minoranza parlamentare e di tanti comuni cittadini disaffezionati ed ostili contro tutto e tutti.

Può in queste condizioni diffondersi e propagarsi il sano e positivo spirito repubblicano e democratico che soffia dalle piazze di Parigi e di tante capitali e città europee e straniere?

Spererei di sì, almeno come una sola duratura risposta ai pericoli incombenti della radicalizzazione e all'imbarbarimento sanguinario e criminale di matrice fondamentalista islamica.

Ma realisticamente sono portato a pensare che se nel nostro Paese non dovesse cambiare decisamente in meglio e risalire il livello della fiducia dei cittadini verso la politica e le istituzioni nel loro insieme, purtroppo la conseguenza inevitabile sarebbe l'approfondirsi di quella frattura che oggi esiste tra la comunità civile e i rappresentanti politici ed istituzionali, col pericolo di uno scollamento sempre crescente che porterebbe ad un annichilimento di quei valori repubblicani e democratici che ancora oggi grazie a Dio! -e lo dimostrano le piazze francesi ed europee ed oltre- sono il riferimento ideale di milioni e milioni di cittadini, della più grande (non solo quantitativamente ma qualitativamente) e più forte e vasta comunità civica di mezzo mondo.

Ma veniamo a noi, al nostro piccolo (circoscritto solo in senso geografico e non dal punto di vista qualitativo, intendo dire) mondo leccese e salentino, e mi riferisco alla notizia trasmessa dai telegiornali locali e dagli organi di stampa regionali riguardanti la comunicazione circa l'avvio da parte della Presidenza della Provincia di Lecce della procedura di licenziamento degli Orchestrali della Fondazione I.C.O. "Tito Schipa" della Provincia di Lecce. Notizia che ho appreso immediatamente dopo aver seguito le notizie entusiasmanti e ricche di patriottismo dei servizi giornalistici dalle piazze di Parigi e di tante capitali e città europee e non.

Un profondo senso di avvilimento mi ha colpito.

Ma com'è possibile? La mia città, la nostra Lecce, prima concorre fino ad arrivare a disputare la finale per ottenere il titolo di "Capitale Europea della Cultura 2019" e, sebbene non l'ottenga, riesce a vedersi assegnare -insieme con tutte le altre città finaliste- il titolo almeno consolatorio di "Capitale Italiana della Cultura 2015" (cioè esattamente per l'anno appena iniziato) e parimenti proprio all'inizio del nuovo anno in corso la sua famosa Orchestra intitolata al grande Tenore lirico Tito Schipa viene messa a morte?

Ma non è dunque la nostra Provincia di Lecce, ovvero la patria e la culla del "Grande Salento", in cima alle classifiche di gradimento mondiale tra tutti i luoghi più affascinanti e caratteristici e vivibili tanto per piacevolezza di clima e socievolezza dei suoi abitanti, quanto per splendore naturalistico del proprio habitat e per ricchezza del proprio patrimonio artistico e architettonico e monumentale e culturale, e precipuamente musicale, in virtù dello spessore dei musicisti di epoca barocca e poi classica e romantica che hanno avuto i natali in questa terra, e per la speciale particolarità delle proprie tradizioni folkloristiche comprendenti la famosa "pizzica-pizzica" salentina ormai apprezzata e conosciuta (e suonata e ballata) in tutto il mondo?

Ma allora in che (piccolo) mondo vivo, e che roba è questa del licenziamento degli orchestrali della Fondazione ICO "Tito Schipa"?

Ma "sogno o son desto?" si chiederebbe qualcuno molto, molto meglio di me...

Ma piuttosto che licenziare gli Orchestrali della ICO "Tito Schipa" e mettere sul lastrico (e per strada!) i 60 (dico bene: SESSANTA) Musicisti Professionisti della prestigiosa e gloriosa Orchestra, privandoli di un lavoro, togliendogli quindi i mezzi di sussistenza e condannando alla fame e alla miseria loro e i loro familiari, non farebbero bene i politici tutti, di tutte le istituzioni locali, a rimettere il loro mandato oppure istantaneamente a versare interamente i proprii emolumenti o stipendio o ricompensa o rimborso-spese o gettone di presenza in un'apposita colletta pubblica per aiutare il mantenimento degli Orchestrali, e contemporaneamente si inizi la raccolta da parte delle società o imprese pubbliche o privati, o da parte dei cittadini più facoltosi fino all'ultimo (numericamente parlando) dei cittadini per un fondo cassa di una Fondazione che, come dovrebbe essere per ogni Fondazione, abbia un proprio patrimonio economico che la metta in salvo dai capricci e dalle voluttà dei politici di ogni livello?

Se poi fosse vero e definitivo che la Provincia di Lecce, come ogni altra Provincia di ogni altra parte d'Italia, sia stata "svuotata" (uso il termine molto spiacevole che viene riferito e diffuso dagli organi di informazione) della maggioranza dei suoi compiti e poteri e che essi siano stati attribuiti ad altri organi amministrativi ed istituzioni locali, allora come semplice cittadino italiano e Citoyen dell'Europa e del Mondo, in virtù e nello spirito repubblicano e democratico alimentatosi e diffusosi fino a noi dalle piazze di Parigi e di tutta la Francia e di moltissime altre capitali e città europee e straniere, chiedo pubblicamente che la Provincia di Lecce piuttosto che licenziare gli Orchestrali -o qualsiasi altro dei propri dipendenti- alieni e venda qualcuno dei tanti (troppi?) edifici e immobili di sua (nostra?) proprietà, a cominciare da Palazzo Adorno, di cui soltanto il restauro e la destinazione a nuova prestigiosa sede della Presidenza della Provincia di Lecce (come se non fosse stata già sufficiente l'altrettanto prestigiosa sede di Palazzo dei Celestini...!?!) costò pochi anni orsono ai contribuenti (cioè a noi cittadini) una somma pari a circa 10 miliardi di vecchie lire (se la memoria non mi inganna).

Con i fondi così raccolti potrebbe continuare ad avere vita una Orchestra Pubblica della Provincia di Lecce che faccia salire in cielo le note della Musica ed insieme tenga alto lo spirito repubblicano e democratico delle piazze di Francia e d'Europa!
 

In fede.

Beniamino Piemontese

(artista)

 

Lecce, 12 gennaio 2015

 

....

Messaggio del Prof. Maurizio Nocera - Poeta

D'accordo. Sono al tuo fianco. Ciao. Maurizio

 

....

MESSAGGIO DI UN ORCHESTRALE DELLA ICO "TITO SCHIPA"

Riporto il messaggio che ho ricevuto da un orchestrale, di cui ometto il nome che conosco perché il messaggio è firmato.
 
Beniamino Piemontese
 


Caro Benia,

 
la tua sensibilità  e umanità   ti fanno cogliere, come sempre, i nodi essenziali dei momenti tristi e difficili che andiamo, nostro malgrado, vivendo. Le soluzioni che proponi, sagge in un mondo di uomini saggi, suonano come utopie in questo mondo di ignavi, governato da una classe di agiati professionisti della tecnocrazia, affetti da narcisismo cronico, autoreferenziali, lontani le mille miglia da qualsiasi forma di empatia con il vasto e bel mondo dell'arte e dell'espressione dei sentimenti umani più puri ed elevati. Ciò   non ostante, non abbandoniamo la speranza che queste scimmie possano esperire la loro Via di Damasco, e speriamo che ciò    non avvenga fuori tempo massimo!

 
Ti abbraccio con affetto e riconoscenza

(.........)

....
LETTERA INVIATAMI DALL'ASSESSORE PROF. SILVIA GODELI E MIA RISPOSTA

Il lunedì 12 gennaio 2015, <assessore.mediterraneo@regione.puglia.it> ha scritto:

Gentilissimo,
sono disponibile a effettuare una sottoscrizione personale in una
raccolta fondi che però solo la Provincia può aprire, in quanto socio di
maggioranza della Fondazione.
La Regione non ha fondi da destinare dal suo bilancio, pesantemente
decurtato dalla manovra del Governo Renzi, ma sono d'accordo sulla
assoluta necessità di salvare l'orchestra.
Purchè il soggetto titolato a farlo si decida, una buona volta, a
prendere una iniziativa, anziché continuare a sottrarsi
opportunisticamente, come fa ormai da quando la riforma di Del Rio ha
trasformato e svuotato i compiti delle Province.
In attesa di notizie le confermo la mia personale disponibilità.
Con amicizia
Silvia Godelli

....

La mia risposta

Ill.ma Assessore Prof.ssa Silvia Godelli,

La ringrazio sentitamente per aver risposto così celermente alla mia lettera aperta al Presidente della Provincia di Lecce.

Come semplice cittadino e come appassionato di Musica ho seguito negli anni le vicissitudini ed i travagli della formazione dell'Orchestra provinciale di Lecce e trovo particolarmente grave che una delle cosiddette "eccellenze" sia la prima ad essere sacrificata sull'altare dei tagli alla spesa pubblica quando invece ci sarebbero tante e tante ramificazioni parassitarie da sottoporre ai colpi di una sana scure moralizzatrice. Ma se chi di dovere fosse stato previdente e corretto dall' inizio forse a questo punto non si sarebbe neanche dovuti arrivare...

Con osservanza.
Beniamino Piemontese

.......

Messaggio del M° Prof. Andrea Bartelucci - Musicista

Caro Beniamino!

Operare attivamente a difesa dell'arte e dei colleghi artisti nel proprio territorio

è degno di lode e rispetto. Ti auguro di trovare un riscontro positivo da parte

delle autorità di Lecce, vista la nobiltà dei tuoi intenti.

Continua parallelamente a suonare e a studiare tu stesso nel contempo,

Un saluto affettuoso.  

Buona serata!

Andrea

 

.......

Messaggio inviatomi dal Consigliefe provinciale DANILO SCORRANO

e mia risposta


Caro Beniamino,
ti ringrazio per questa ulteriore testimonianza della tua sensibilità.
Il problema che sollevi è di enorme gravità per due ordini di motivi, perchè coinvolge alcune decine di lavoratori che rischiano il posto di lavoro e perchè lo si fa con un attacco ad una istituzione culturale di cui dovremmo andare fieri.
Ora, la cosa più semplice sarebbe scaricare a destra e a manca le responsabilità che hanno portato a questa situazione.
Sicuramente la legge Del Rio che mira a cancellare le province ha prodotto finora solo disagi e disservizi e messo in serio pericolo centinaia di lavoratori. 
Non si può, in nome delle riforme, giocare sulla pelle dei lavoratori, ne si può depotenziare le province senza avere chiaro chi e come  dovrà gestire i servizi, le competenze e naturalmente il personale e con quali risorse. Si è assistito in questi giorni ad uno squallido rimpallo di responsabilità.
Io ed altri consiglieri provinciali di minoranza abbiamo chiesto un incontro al presidente Gabellone proprio su questi temi, per capire che tipo di azioni mettere in campo per far fronte alla delicata situazione.
Le risposte sono disarmanti: il taglio ulteriore dei trasferimenti, la soppressione di alcune funzioni non ancora assunte da altri enti sono tra le  cause del triste disagio.
Ciò detto, credo che nessuno sforzo debba essere risparmiato da tutti coloro: istituzioni, privati semplici cittadini per salvare una istituzione culturale come la ICO Tito Schipa. 
Tutta la mia solidarietà ed il mio sostegno alle legittime lotte degli orchestrali.
Sperando che presto si possano avere risposte concrete, rimanendo a completa disposizione, ti saluto cordialmente.

Danilo Scorrano - Consigliere provinciale


...
LA MIA RISPOSTA


Grazie a Lei, caro Assessore dott. Danilo Scorrano, per avermi risposto e soprattutto per il Suo impegno come rappresentante della comunità in una istituzione attualmente colpita e attraversata dalle difficoltà non solo finanziarie ma anche di identità.
Mi premetta di indirizzare questa mia (compresa naturalmente la Sua lettera che è riportata immeditamente di seguito) anche all'Assessore regionale prof.ssa Silvia Godelli che sta seguendo con particolare attenzione questa vicenda e i miei interventi e quanto ne consegue.
Personalmente ritengo che per quanto riguarda la Provincia di Lecce (mi riferisco a quel che ne resta dopo il decreto Del Rio), se i decisori provinciali di Lecce, cioè presidente e maggioranza, riversano questa crisi solo sui cittadini (che siano cittadini-lavoratori e dipendenti o cittadini-utenti) allora la crisi allora sfocia in una pericolosa caduta del valore stesso dell'istituzione, che giunta a quel punto meriterebbe soltanto di scomparire del tutto perché inutile.
Se l'istituzione provinciale  nel suo insieme (presidente, maggioranza e minoranza) sa farsi parte attiva nel rapporto con i cittadini e la comunità intera per gestire un processo di trasformazione nella delicatezza del momento (e nelle difficoltà crescenti che in futuro protranno esservi) allora il suo ruolo può essere utile.
Questa condizione si verifica già per quanto riguarda la vicenda ICO Tito Schipa, di cui non viene fatto decadere il C.d.A. ma vengono licenziati e praticamente messi a morte i dipendenti, così che il potere resta confermato nelle mani di chi gestisce una scatola vuota.
Il potere... già il potere, sempre questa passione per detenere il potere fa la differenza tra i buoni e i cattivi.

AugurandoLe buon lavoro, La saluto cordialmente ringraziandoLa ancora caldamente.

Beniamino

......

Seconda lettera dell'Assessore Regionale Prof.ssa Silvia Godelli

Purtroppo la Regione non ha e non avrà i fondi per intervenire.
Questo è noto a tutti e io stessa l'ho spiegato direttamente e sulla stampa.
La riforma di Del Rio ha infatti eliminato i fondi che prima venivano dati alle Province e li ha incamerati anzichè assegnarli alle Regioni.
Noi abbiamo avuto quest'anno dal Governo renzi un ulteriore taglio di 350 milioni: pagheremo la sanità e la spesa obbligatoria, più quello che deriva dai fondi europei e Cipe già assegnati lo scorso anno.
E poi non c'è un euro neppure per i soggetti artistici che da nove anni sono nell'albo dello spettacolo della Regione e che quest'anno rischiano solo di chiudere ovunque e dappertutto.
Tempi orribili!

Silvia Godelli

...........

2 Lettera aperta

di Beniamino Piemontese

...........

 

Orchestra ICO "Tito Schipa":
 

Libertà di espressione ai cittadini


 
---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: Beniamino Piemontese <beniaminopiemontese@gmail.com>
Date: 15 gennaio 2015 10:28
Oggetto: Orchestra ICO "Tito Schipa": Libertà di espressione ai cittadini
A: presidenza@provincia.le.it, Sindaco <sindaco@comune.lecce.it>, "segreteria.presidente@regione.puglia.it" <segreteria.presidente@regione.puglia.it>, silvia godelli <assessore.mediterraneo@regione.puglia.it>, danilo scorrano <daniloscorrano@yahoo.it>


 

Al Gent.mo Dott. Antonio Gabellone - Presidente della Provincia di Lecce

e p. c. a:

Gent.mo On.Dott. Nichi Vendola - Presidente della Regione Puglia

Gent.mo Dott. Paolo Perrone - Sindaco di Lecce

Gent.ma Prof. Silvia Godelli - Assessore al Mediterraneo, Cultura, Turismo - Cultura e Spettacolo, Mediterraneo della Regione Puglia

Gent.mo Dott. Danilo Scorrano - Consigliere Provinciale di Lecce
 

 

Orchestra ICO "Tito Schipa":

Libertà di espressione ai cittadini


 

Torno a parlare della vicenda riguardante i licenziamenti degli Orchestrali dell' ICO "Tito Schipa" di Lecce della Provincia di Lecce.

Ringrazio sentitamente l'Assessore regionale Prof. Silvia Godelli la quale ha ritenuto di scrivermi pur non essendo la principale destinataria della mia "Lettera aperta al Presidente della Provincia di Lecce", invece di mostrarsi disattenta e indifferente.

Per non parlare della totale disattenzione e disinteresse da parte degli altri, organi d'informazione (!?!) compresi.

Ringrazio anche il musicista orchestrale dell'ICO Tito Schipa che mi ha scritto un breve messaggio di ringraziamento per il mio intervento, esternandomi tutta la sua amarezza e disillusione nei riguardi della grave situazione in cui si trova a vivere.

Come semplice cittadino e come appassionato di Musica ho seguito negli anni le vicissitudini ed i travagli della formazione dell'Orchestra Provinciale di Lecce e trovo particolarmente grave che una delle cosiddette "eccellenze" sia la prima ad essere sacrificata sull'altare dei tagli alla spesa pubblica quando invece ci sarebbero tante e tante ramificazioni parassitarie da sottoporre ai colpi di una sana scure moralizzatrice. Credo che se chi di dovere fosse stato previdente e corretto dall'inizio, forse a questo punto non si sarebbe neanche dovuti arrivare...

Ora si dice di una raccolta fondi per aiutare gli orchestrali: ma per aiutare gli orchestrali si debbono innanzitutto far valere le ragioni sindacali e contrastare i licenziamenti, altro che fargli l'elemosina!

Dico chiaramente che personalmente non darei mai un centesimo a chi ha fatto partire la procedura di licenziamento degli orchestrali invece di difendere con le unghie e con i denti la dignità di quei lavoratori. E se io stesso fossi un orchestrale della "Tito Schipa" mi sentirei offeso da chi prima mi vuole licenziare e poi mi dà qualche spicciolo.

Ci vuole ben altro per spazzare via il fantasma incombente dei licenziamenti e lo spettro della disoccupazione e della caduta in povertà degli orchestrali e delle loro famiglie!

Chi si è assunta la responsabilità di dare il via alla procedura di licenziamento non solo deve  mettersi la mano sul cuore, ma dovrebbe trarne le opportune conseguenze e rassegnare le dimissioni dalla sua carica pubblica di rappresentante della comunità civile.

La storia ci insegna che ci sono stati imprenditori che si sono tolti la vita piuttosto che licenziare i propri operai.

Ai miei occhi di cittadino ha perduto completamente di credibilità politica di rappresentante della comunità provinciale chi che dalla comodissima residenza dorata di Palazzo dei Celestini o dal suo regale studio di Palazzo Adorno (lussuosa come quella di un sovrano borbonico) dà il benservito ai poveri orchestrali.

Non basta affatto dire oggi sull'onda del clamore suscitato da questo uniquo provvvedimento che si intente partecipare ad una colletta.

Da semplice cittadino ed uomo della strada invece dico che non è questo il massimo che ci si può e si deve attendere da un Presidente della Provincia e dal Presidente del consiglio di amministrazione dell'ICO Tito Schipa!

Anche in quesa sede voglio ora ribadire la mia personale opinione di cittadino libero e pensante.

Se la provincia di Lecce è stata realmente svuotata delle sue funzioni, è inutile e dannoso -perché troppo oneroso è il carico delle spese economiche a carico della collettività (cioè dei cittadini contribuenti)- mantenere la sede di Palazzo Adorno come sede della Presidenza della Provincia e di altre funzioni amministrative che possono tornare ad essere alogate a Palazzo dei Celestini, che già di per sé è una sede oltremodo comoda e fastosa, e non costituisce certo un ripiego.

Le risorse derivanti dal risparmio delle spese di rappresentanza in Palazzo Adorno ed eventualmente anche la sua vantaggiosa alienazione (come già da me suggerito nella mia precedente "Lettera aperta al Presidente della Provincia di Lecce") possono andare a costituire una ricca dotazione pubblica, derivante cioè dal patrimonio pubblico che appartiene al popolo (frutto delle tasse della collettività dei contribuenti), da destinare a scopi di rilevante interesse pubblico, tra cui il mantenimento degli Orchestrali e come costituzione di un fondo mirato in maniera oculata all'Orchestra provinciale di Lecce e del Salento.

Non siamo più al tempo dei Borboni...

Eppure come sono lontane le piazze di Francia da Lecce...

Lì i capi di stato di tutto il mondo hanno guidato una grande marcia popolare per ribadire e rivendicare la libertà di espressione contro ogni forma di oppressione e di soppressione, contro la negazione dei valori di libertà e la violenza sanguinaria e criminale che fa strage di uomini liberi e pensanti.

Qui il cittadino si accorge di vivere ancora in un regime assolutistico e borbonico in cui è sottomesso al potere, gli vengono negati i diritti fondamentali e non gli è riconosciuta la libertà di espressione, nemmeno da quei mezzi d'informazione (!?!) che dovrebbere -costituzionalmene parlando-  garantire e tutelare la libertà di pensiero e di parola e dare voce ai cittadini.

Amaramente mi accorgo che ancora accade che molti politici professino il credo di Luigi XIV e dicano tra sé e sé: "L'État c'est moi!" e si sentano superiori agli altri rimsti al rango di comuni cittadini...

In effetti, si sa, in Italia la gran parte dei rappresentanti politici che dovrebbero essere i rappresentanti del popolo si sono impossessati delle stanze del potere arrogandosi abusivamente -in tutto ciò tradendo la nostra Costituzione Repubblicana- l'appartenenza ad una casta di privilegiati che si arricchisce con i profitti della politica, invece di essere al servizio dei cittadini e del popolo.

Per salvarsi i cittadini e il popolo debbono liberarsi almeno psicologicamente e moralmente dallo stato di sottomissione e di schiavitù da questa classe di politici corrotti e trovare la forza di affermare che solo il cittadino e il popolo tutto (insieme ai loro rappresentanti politici) possono dire: L'État c'est moi!
 

In fede.

 
Beniamino Piemontese

Lecce, 15 gennaio 2015
 

....

MESSAGGIO INVIATOMI DALL'ASSESSORE PROF. SILVIA GODELI

e mia risposta

Continuo a essere del tutto d'accordo con lei.

Silvia Godelli

 

Carissima Assessore Prof. Silvia Godelli,
Grazie per la Sua attenzione.
Beniamino

.......

MESSAGGIO DEL POETA PROF. MAURIZIO NOCERA

Tu continua ad andare avanti; prima o poi le gratificazioni arriveranno, soprattutto quando intellettualmente si è onesti. E tu sei un intellettuale (ed anche musicista per passione) onesto. Ciao.

Maurizio

 

Grazie, Poeta!

Beniamino

 


AUGURI DI BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO

 

Video

SILENT NIGHT

Tromba: B. Piemontese

 

http://youtu.be/118NZr_8wuA

 

Video

TU SCENDI DALLE STELLE

Flicorno tenore: B. Piemontese

 

http://youtu.be/zT3CpYqcyNk

 

 

.......

OMAGGIO A FOGGIA

 

Video

Omaggio a Francesco Foggia (1604-1688)

Tromba: B. Piemontese

 

http://youtu.be/Ncqtxjn0CtM

Omaggio a Francesco Foggia (1604-1688)
Tromba: Beniamino Piemontese

Dedicato al compositore barocco Francesco Foggia.
Il brano, tratto da un'opera corale del Maestro F. Foggia, è stato adattato per tromba solista da B. Piemontese

 

.......

25 novembre 2014

IN RICORDO DI UNA MAMMA

 

DEDICATO A MIA ZIA RITA CANNOLETTA IN SACQUEGNA

IN MEMORIAM

 

 

Messaggio al figlio Alessio Sacquegna, mio cugino

 

In ricordo della tua Mamma

La tua Mamma stupenda dolcissima affettuosissima allegrissima bellissima intelligentissima nostra carissima Zia Rita!!!

Vivrà per sempre!



beniamino

 

___________________________________________________________________________________________________________________________________________

CORDOGLIO

 

Esprimo le più sentite condoglianze alla Famiglia Sacquegna-Cannoletta per l'incommensurabile perdita della loro amatissima e adoratissima Rita,

Moglie e Madre esemplare.

Al dolore e alla commozione del Vedovo Prof. Reno Sacquegna, e dei Figli Dott. Alessio, Dott. Pierpaolo, Dott. Davide e Dott. Marco,

mi unisco insieme a mia moglie Carla, ai miei figli Ugo Raffaele e Maria Luisa, e a mia suocera Luigia.

 

beniamino

Lecce, 25 novembre 2014

___________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

CONDOGLIANZE

Mi unisco insieme ai "Leoni di Messapia" al dolore che ha colpito te e i tuoi cari per la dipartita della cara Zia Rita.
 
SENTITE CONDOGLIANZE.

Fernando Sammarco

Arthas della Hetairia "I Leoni di Messapia"

Ringraziamenti

Ill.mo Carissimo Arthas Prof. Fernando Sammarco,

Grazie per le tue sentite condoglianze e le tue espressioni di vicinanza, che mi toccano profondamente e mi confortano.
Porgerò a tuo nome il tuo cordoglio a mio Zio Reno, ai miei cugini e a tutta la Famiglia Sacquegna-Cannoletta per la perdita della loro cara Congiunta, la mia cara e indimenticabile Zia Rita.
 
Fraternamente
Beniamino

 

.......

VIDEO

Frammento dal "Puer natus in Betlehem"

di Mons. Domenico Bartolucci

 

Tromba: B. Piemontese


 

http://youtu.be/AqiyQQTcZms


Frammento dal "Puer natus in Betlehem" di Mons. Domenico Bartolucci
Tromba: B. Piemontese

Dedicato alla cara Zia Rita
con affetto
Beniamino


Lecce, 21 novembre 2014

 

MESSAGGI

 

M° Prof. Andrea Bartelucci

Virtuoso Flutis - Compositore e Concertista

Bravissimo! Stai facendo passi da gigante! Il suono e l'intonazione sono molto più fermi rispetto ad alcuni tuoi lavori precedenti! Evidentemente stai

studiando "con la testa" applicandoti secondo una metodica razionale e produttiva. Ottimo! I miei più sinceri complimenti! Un abbraccio!

Andrea
 

...

M° Prof.ssa Ines Gravili

Direttore della Corale G. P. da Palestrina - Lecce

-1-

Beniamino caro,
grazie per la tua attenzione e stima nei miei confronti: tu e Carla siete veramente persone speciali! 
Grazie ancora per avermi resa parte di questo tuo dolore per zia Rita, per la quale assicuro una preghiera al Signore.
Ascolterò con piacere la tua esecuzione e poi ti dirò le mie impressioni. 
Un abbraccio forte e grazie,
 
Ines

-2-

Ottimo, Beniamino!
Bella interpretazione e perfetta intonazione della tromba! 
 
Complimenti!
 
Ines

...

Prof. Maurizio Nocera

Poeta

Bellissimo. Grazie.

Ciao.

Maurizio

 

.......

VIDEO

Tutto solo con il bombardino...
pensando a mia figlia Maria Luisa

Flicorno baritono: B. Piemontese
 

 

http://youtu.be/q_YFAq0iJTI

 

.......

VIDEO

TUTTO SOLO

ispirato a:
"All alone" di Mal Waldron


Tromba:
Beniamino Piemontese

 

http://youtu.be/Ay97E8iw3mY

All'amico Andrea Bartelucci
Musicista e Compositore

https://myspace.com/andreabartelucci/


Home Prima pagina Barocco per Duo Càlena Destino Sveva Torre di Belloluogo Parco di Belloluogo La strada di casa Appelli Lettere Archivio


MESSAPI.info - www.messapi.info

Autore e Webmaster: Beniamino Piemontese

E-mail: messapi.info@gmail.com